Terapie dentali per i bambini

Studio-Broccaioli-terapie-dentali-bambini

Terapie dentali per bambini: cosa sono?

L’approccio alle terapie dentali per i bambini (di cui si occupa l’odontoiatria pediatrica) è consigliabile avvenga attorno ai 5 anni di età. In questa fase della crescita infatti avviene il completamento della dentizione da latte e possono manifestarsi le prime “cadute”.

La dentatura da latte (cosiddetta “decidua”) è costituita da 8 incisivi, 4 canini e 8 molari molaretti.

E’ molto importante che venga data ai denti da latte la stessa importanza che viene data a quelli definitivi.  I denti da latte infatti hanno una struttura più fragile e quindi risultano più aggredibili dalle carie. Per questo motivo è importante da subito appurare lo stato di salute della bocca del bambino programmando la visita dal dentista. LINK BLOG

 

Terapie dentali per bambini: in quali casi sono necessarie?

In occasione dei primi incontri il dentista appura lo stato di salute della bocca del bambini. Per poterlo fare è molto importante instaurare con il bambino un rapporto di fiducia.

Durante il primo incontro insegniamo ai bambini la prima terapia preventiva, la più importante: la corretta igiene orale. Il movimento corretto per spazzolare i denti può essere scontato per gli adulti (anche se molti non lo seguono), ma non lo è per i bambini a cui magari. Trovare un modo semplice per spiegarlo, interessando i bambini è fondamentale. Per questo creiamo anche dei video, che aiutano bambini e genitori.

 

Ci sono molte situazioni per le quali si deve ricorre alle terapie dentali per i bambini:

  • Le terapie preventive, da attuare a domicilio, sono le prime da insegnare direttamente ai bambini. Utilizzare degli strumenti a loro famigliari e immediati diventa un metodo efficace. Video, cartoni, canzoncine aiutano a rendere meno noiosa la routine e a trasformarla in un piacevole rituale da fare con mamma e papà.
  • La formazione di carie: la fragilità dei denti da latte, una dieta e un’igiene orale non corrette richiedono spesso di intervenire sulle carie che si sono formate. In questi casi si interviene con le terapie conservative, come avviene per i pazienti adulti.
  • La perdita precoce dei denti da latte, può provocare un disallineamento dei denti permanenti. Per risolvere questo problema si fa ricorso agli apparecchi correttivi.
  • Un trauma ai denti durante il gioco o durante l’attività sportiva può provocare la rottura del dente, richiedendo cure specifiche per ripristinare in tutti i casi possibili l’integrità del dente. Rivolgersi immediatamente al dentista in questi casi, poiché attendere può impedire un intervento di recupero del dente.
  • L’accumulo di placca nei solchi profondi di molari e premolari: in questi casi si ricorre alla sigillatura, una prassi preventiva che tutela i primi denti definitivi dalle carie. Si tratta di applicare una resina bianca che riempie i solchi profondi, difficilmente raggiungibili dallo spazzolino. Questa pratica impedisce alla placca batterica che qui si deposita di aumentare il rischio di carie.