Implantologia dentale

Implantologia dentale: cos’è ?

E’ una tecnica che consiste nel sostituire uno o più denti naturali persi. Mediante un insieme di tecniche chirurgiche, si procede all’inserimento nell’osso di viti in titanio (materiale al 100% biocompatibile) a cui poi vengono connesse protesi, fisse o mobili.

Implantologia dentale: quali sono i casi in cui si procede?

La perdita dei denti naturali può essere causata da diversi fattori quali eventi traumatici (incidenti sportivi, stradali, etc.), infezioni gengivali (link a blog) o granuloma. In tutti questi casi l’implantologia dentale è una soluzione definitiva ottimale poiché preserva sia l’aspetto estetico che funzionale.

La riabilitazione fissa della masticazione fa prediligere di gran lunga questa tecnica alla tecnica delle protesi mobili, donando anche un aspetto molto più naturale al sorriso.

L’impianto dentale è duraturo e sono rari i casi in cui genera fastidi.

Implantologia dentale: intervento e decorso 

L’implantologia dentale può essere di 3 tipi:
1. implantologia a carico ritardato
2. implantologia a carico immediato
3. Implantologiapost-estrattiva

1. Nel caso di implantologia a carico ritardato normalmente si hanno 2 interventi chirurgici. Durante il primo si ha il posizionamento dell’impianto che viene sommerso sotto la gengiva. Si attende quindi un tempo variabile (tra i 3 e i 6 mesi) perché la vite in titanio si integri con l’osso del paziente (osteointegrazione). Successivamente si ha un secondo intervento chirurgico che prevede la scopertura dell’impianto per permettere poi in breve tempo di posizionare la corona dentale.

2. Nell’implantologia a carico immediato è previsto un solo intervento chirurgico dove si posiziona l’impianto su cui si mette direttamente un dente provvisorio. Si attende quindi un tempo tra i 3 ed i 6 mesi, ove il dente provvisorio avrà solo una funzione estetica. Successivamente la corona provvisoria sarà sostituita da quella definitiva.

3. L’implantologia post estrattiva è eseguita quando si estrae un dente ormai perso e contemporaneamente si inserisce un impianto. Questa tecnica ove possibile può essere abbinata anche ad un carico immediato, permettendo di ridurre i tempi di trattamento drasticamente.